bordino bordino

Riunione del: 15/04/2013

Presenti: Giovanni e Delia (Libero), Andrea (GAS e LUCE), Massimo (Bicocca), Mauro (FdP), Luca e Francesca (Feltre)

Ordine del giorno:
1. Agrumi dal Sud
2. SuperGAS
3. Varie

Verbale:
1. Progetto "Agrumi dal Sud" - un progetto solidale - Primavera 2013: Andrea (GAS e LUCE) ci ha presentato il progetto, proponendo un incontro per il giorno giovedì 2 Maggio (ore 21.00, centro culturale di Via Illirico 6) per strutturare il gruppo di lavoro. Di seguito la descrizione del progetto:
Un gruppo di Gas di Milano e provincia lavora con i piccoli produttori di Sicilia e Calabria e vuole creare una piattaforma logistica per Milano. Sulla scorta dell'esperienza maturata da Febbraio con Sos Rosarno, alcuni Gruppi d'acquisto di Milano Nordest e Milano Sud hanno deciso di collaborare mettendo in comune i fornitori di agrumi da cui si approvvigionano per strutturare un progetto più articolato e ambizioso in vista della prossima stagione (novembre 2013 – aprile/maggio 2014). Si tratta di piccole realtà produttive giudicate meritevoli di sostegno vuoi perché operano su terreni confiscati alle mafie, vuoi perché realizzano a loro volta progetti solidali nei confronti di soggetti deboli, o ancora perché si tratta di aziende familiari che si caratterizzano per l'eccellenza dei prodotti. Le aziende sinora identificate come possibili interlocutori di questo progetto sono: Az. Agr. Sapienza (Catania), Sicilia Vostra (Trapani) e Sos Rosarno (Reggio Calabria). Gli obiettivi di "Agrumi dal Sud" sono molteplici: da un lato il progetto è volto ad aumentare i benefici per i produttori sia direttamente mediante l'incremento dei volumi, sia indirettamente attraverso un meccanismo di rotazione che dia certezze consentendo una migliore programmazione del lavoro e gestione degli ordini. Per contro, i Gas che aderiscono al progetto dovrebbero ottenere tempistiche certe sulle consegne e, grazie alla rotazione programmata, potranno gustare agrumi e prodotti tipici (confetture, miele, olio, formaggi, salumi...) provenienti da zone diverse. Al progetto "Agrumi dal Sud" aderisce Cascina Cappuccina (Cooperativa sociale di tipo B di Melegnano) che già quest'anno ha collaborato con i gas promotori per la ricezione dei camion provenienti da Rosarno e la distribuzione dei prodotti sull'ultimo miglio. Obiettivo non secondario del progetto è infatti la creazione di una prima piattaforma logistica solidale che potrà essere utilizzata dai Gas di Milano e provincia per sviluppare altri progetti sia a lungo raggio sia di prossimità.
Il progetto "Agrumi dal Sud" è promosso da Gas del Sole, Gas e Luce, Gas Città Studi, Gas Lola, Gas Melegnano e Gas Martesana ed è aperto alla collaborazione con altri gruppi d'acquisto di Milano e provincia.
2. SuperGAS estivo o GASettone: di seguito il testo della mail che Francesca (Feltre) ha mandato in lista e che spiega l’idea di progetto.
Ciao a tutte/i, sono Francesca Federici del GAS Feltre: dopo una lunga assenza, a marzo ho ricominciato a frequentare le riunioni mensili di InterGAS e vi scrivo per il progetto GASettone, che è stato proposto recentemente da un gasista del Feltre (Michele Valzelli) e che ha trovato parere favorevole nelle ultime due riunioni di InterGAS (quelle di marzo e aprile appunto).
Come forse avrete letto nel verbale della riunione di marzo, il progetto è pensato per i gasisti milanesi che a luglio ed agosto (e magari anche la prima metà di settembre) si trovano “abbandonati” a Milano-e-dintorni e che non riescono ad acquistare frutta e verdure fresche tramite il proprio GAS, perchè in quei mesi la normale operatività del GAS è sospesa. Vorremmo organizzare un “supergas estivo”, il GASettone appunto, che abbia un volume tale da consentire consegne settimanali su Milano-e-dintorni di questi prodotti. In questo modo si andrebbe anche incontro alle esigenze dei produttori che nei mesi estivi hanno una produzione abbondante e pochi acquirenti.
La partecipazione al progetto è naturalmente aperta a tutte/i, sia come partecipazione al gruppo di lavoro che dovrà strutturare il progetto, sia come partecipazione agli ordini.
Il gruppo di lavoro (che al momento vede la presenza di rappresentanti di GAS Feltre, Bicocca, Libero e Filo di Paglia) si riunirà per la prima volta giovedì 2 Maggio alle ore 21.00 dovunque ci sia uno spazio che ci accolga: chi fosse interessato a partecipare al GdL per favore lo comunichi (in lista o direttamente a me, come vi viene meglio).
Per avere un’idea, anche vaga, di quanti GAS (e dunque quante famiglie per ogni GAS) sarebbero interessati a partecipare vi chiedo di compilare il file excel che trovate a questo indirizzo http://www.editgrid.com/user/ordininsieme/GASettone

Le info che sono richieste (poche!) sono indispensabili per capire se il progetto è di interesse e, nel caso lo fosse, per iniziare a strutturalo insieme nel GdL. Ogni GAS che vorrà partecipare (anche solo agli ordini, non necessariamente anche al GdL) dovrebbe segnalare nel file excel, tra le altre cose, il proprio fornitore abituale di frutta e di verdura: infatti un lavoro importante del GdL sarà proprio quello di capire quali e quanti fornitori sarà possibile coinvolgere (tutti quelli che consegnano su Milano, strutturando consegne a rotazione? solo quelli comuni a più GAS? decidendo di settimana in settimana chi ha eccedenze di quali prodotti?...bisogna lavorarci). All’ultima riunione di InterGAS ci siamo solo detti che, indipendentemente dai produttori che verranno scelti, il progetto dovrebbe coinvolgere solo i prodotti di produzione propria.
Vi chiedo per favore di far girare questa mail all’interno dei vostri GAS e, nel caso siate interessati, di individuare uno (due?) referenti per ogni GAS che si occupino di raccogliere le info per compilare il foglio excel (e magari anche di partecipare al GdL…); sarebbe utile compilare il foglio excel prima della prima riunione del GdL, dunque entro martedì 30 aprile. Sarebbe anche utile che gli eventuali referenti fossero tra i gasisti “abbandonati” a Milano-e-dintorni tra luglio ed agosto.

In riunione abbiamo cercato di fare un elenco, che non vuole essere esaustivo, dei produttori che conosciamo (verdura: biopablo, avicenna, teresa delle fragole, bargero, osteria vecchia, corbari, strawberry field, santa brera, cassani, cascina resta; frutta: bucci, pitrelli, fatourin, cassani) e di possibili punti di consegna (miobio, bottegas, acli conte rosso, mercato QT8, eventuali sedi dei GAS interessati), al momento senza aver verificato con nessuno di loro l’interesse per il progetto.

3. Varie: abbiamo deciso che l’odg delle prossime riunioni di InterGAS ospiterà solo due/tre punti. L’ultima parte della riunione sarà sempre dedicata alla discussione dell’odg della riunione successiva; una modalità potrebbe essere che si decidono uno o due punti da portare nella riunione successiva e si lascia spazio per un terzo punto (o per un secondo ed un terzo punto) da raccogliere tra le proposte che arrivano via mail (così anche chi non partecipa alla riunione mensile ha comunque l’occasione per fare proposte). Per la prossima riunione ci sarà all’odg la relazione dell’incontro del gruppo sito. Sarebbe anche utile dedicare delle intere riunioni di InterGAS alla discussione di un tema con un “esperto”: per esempio diversi GAS sarebbero interessati ad approfondire le implicazioni tecniche della trasformazione in associazione, in particolare relativamente alle questioni fiscali (o, per dirla in altro modo, ai rischi che si corrono non essendo associazione a fare bonifici ai fornitori per conto di tutto il GAS da conto correnti personali).
E’ stato inoltre proposto un altro ordine collettivo di Frutti di Pace.