bordino bordino

Riunione del: 29/06/2011

Presenti: Letizia,Luisa,Giuliano,Roberto,Maria Elena (GAS Città Studi),Daniela, Michaela, Gigliola, Maurizio, Andrea,Patrizia (GAS LoLa), Pierangelo, Erica (GAS Dem), Annamaria, Mauro, Silvio (GAS Filodipaglia), Francesca (GASPARE), Claudia (GAS Domestico), Giorgio (NuovoGAS), Lucio (GAStardi), Irene (GAS Navigli), Clara (GAS Spaventaprezzi), Antonietta, Maria (GAS Lavori in corso). Sono presenti inoltre Dante Perin del DESR Parco sud di Milano e Angela Vezzani, a titolo personale, del ComitatoXPisapia zona3. Due gasisti sono anche consiglieri di zona 3.

Ordine del giorno:
GRUPPO "LETTERA AL SINDACO"
Come raggiungere gli obiettivi evidenziati nella lettera ai candidati sindaco: tempi e modi di relazione con la nuova amministrazione.

Verbale:
Nella introduzione di Maurizio del LoLa si evidenzia:
1. La necessità di separare in due tempi il raggiungimento degli obiettivi
2. La necessità di suddividersi in sottogruppi di lavoro
3. La necessità di mantenere l’autonomia di Intergas e dei vari GAS nei confronti dell’amministrazione alla quale si da atto della sensibilità mostrata alle tematiche della lettera.

Nella discussione che segue vengono fatte le seguenti considerazioni e proposte:

• E’ necessaria la formazione di sottogruppi in ogni zona in modo che le proposte fatte e i gasisti convergano all’interno dei comitati Pisapia affiancando il lavoro dei Consigli di zona. (Pierangelo GASDem)
• Deve essere chiaro che l'iniziativa è di Intergas e fa seguito all'incontro con i candidati sindaco durante FLCG. Importante sarà quindi coordinare il lavoro di Intergas con quello di ogni singolo Gas nell'ambito, per quanto ovvio, della massima libertà e autonomia.
Autonomia, indipendenza e autogestione sono valori importanti da tutelare e difendere. (Mauro GAS Filodipaglia)
• Viene riportata l’esperienza di costituzione in associazione del GAS che ha permesso di avere agevolazioni dalla amministrazione nella organizzazione di eventi e mercati. La nostra associazione ha ottenuto disponibilità da Milly Moratti per gestire "orti mobili" su terreni agricoli disponibili e non coltivati seguendo gli esempi degli orti mobili di Berlino e Parigi. Ribadisce i concetti di autonomia e indipendenza di Intergas. (Lucio GAStardi)
• Clara si chiede perchè Intergas non sia ancora costituita come associazione e fa un parallelo riferimento alla Cascina Cuccagna. Vede l'attuale posizione di Intergas indebolita da questa scelta in quanto ufficializzarsi in associazione ci permetterebbe di usufruire di agevolazioni e finanziamenti. Considera debole la sua presenza "politica" di Intergas anche per la mancanza di un confronto con le istituzioni. Ricorda la proposta di legge regionale del PD sui GAS. (Clara GAS Spaventaprezzi)
• Dante, in risposta a Clara, precisa che divenire associazione è un percorso molto complicato. La visibilità è maggiormente garantita, ma il percorso è difficile e lungo. Chiede di partecipare al gruppo di lavoro con l'obiettivo di trovare linee comuni con Intergas, pur mantenendo ciascuno la propria identità e i propri percorsi. Il Des rurale è molto interessato alle questioni sollevate dalla lettera ed è a completa disposizione per appoggiare l’iniziativa, e integrarla con le istanze degli agricoltori ( Dante DESR)
• Si pensa da parte di alcune gasiste del comitato Cittadini Solari che le proposte di Intergas vengano riportate all’interno dei comitati cittadini X Pisapia perché c’è una grande curiosità e attenzione alle tematiche del consumo critico e ancora poca informazione. (Francesca- GASPARE, Claudia -GAS Domestico)
• Michaela, di ritorno dall'Aquila, dove ha partecipato all'incontro nazionale dei Gas, in risposta a Clara Sestilli, che sosteneva la proposta di legge del PD sui Gas, riferisce che il gruppo di lavoro costituito durante il convegno nazionale ha ritenuto non necessaria una legge per i Gas/ Gap e alcuni sostengono che i “diritti” dati alle associazioni escludono i GAS che non intendono costituirsi, e che quindi dovremmo proporre piuttosto opportunità per gruppi non formali. (Michaela, GAS LoLa)
•Maria non ritiene necessaria una legge, nè tanto meno costituire un'associazione , con l'unico obiettivo di ottenere eventuali finanziamenti. Sostiene che il modello alternativo lo stiamo ostruendo ora ed è il bello della democrazia partecipata. (Maria Lavori in corso)
• In zona 3 una commissione si occuperà di riscrivere il bando di assegnazione degli orti urbani in modo da permettere anche alle associazioni di partecipare. Ribadisce la necessità per questo di registrarsi come associazione. (Andrea LoLa)
•Tutto molto interessante. E' passata un po' in second'ordine la tematica legata alla ristorazione. (Maria Elena, Gas Città Studi)
•Dopo diversi altri interventi che discutono le considerazioni e le proposte fatte si concorda che per i prossimi mesi è necessaria la formazione di 3 sottogruppi che lavorino alla messa a fuoco degli obiettivi più di breve termine a cui hanno dato la loro adesione:

1.Questione acqua pubblica e case dell’acqua, consumo consapevole (Maurizio, Gigliola, Patrizia, Clara, Antonietta, Daniela)

2.Individuazione spazi locali dei GAS e mercati bio (Claudia, Letizia, Roberto, Francesca, Mauro, Maria, Irene)

3.Mense comunali-Immensamentebio (Maria Elena, Silvio, Giuliano, Karina)

Si è deciso anche di prendere contatti con l'amministarzione comunale per comunicargli che il gruppo Intergas ha iniziato i lavori e che intende promuovere un confronto sulle questioni della lettera. Si chiede a tutti i gasisti di Milano che hanno intenzione di partecipare al gruppo di lavoro e alle sottocommissioni di inviare una mail ai coordinatori dei sottogruppi

•Acqua: lauromaurizio@gmail.com
•Spazi: da definire
•Immensamentebio: da definire



foglio adesioni