bordino bordino

Riunione del: 20/06/2011

Presenti: Stefano I. (sole), Franco B. (gasino), Maurizio L. Micaela S. Gigliola M.(lola), Mimmo T. e Stefano M. (cuccagna), Roberto Z. (terra e libertà), Maria (gas Lavori in corso), Lucio C (gastardi), Carlo T. Irene L. Amalia B.(navigli), Donatella B. (77)Francesca F. (Feltre), Elisa O. Alberto O.(domestico), Catia M. (s brera), Armando M. (baggio), annamaria e mauro (filo di paglia), Eugenia P. (lambrate), Giorgio C. (nuovo gas), Patrizia D.L.(gas del parco)

Ordine del giorno:
1. Nomina del nuovo coordinamento
2. Carta degli intenti
3. Gruppo di collegamento con l'Amministrazione Comunale
4. Gruppo counicazione
5. Convegno nazionale all'Aquila
6. Bilancio "Fa la cosa giusta"
7. Nuove progettualità.


Verbale:
1.Nomina del nuovo coordinamento. Mauro F. (Filo di paglia) illustra le competenze del coordinamento; quello in carica da quasi tre anni (Franco, Giovanni, Ileana, Mauro) è decaduto e i componenti sono dimissionari. Mauro è disposto a mantenere il ruolo ma gli altri chiedono sostituti. Nella carta di intenti il gruppo di coordinamento è biennale. Al momento non essendoci candidati resterà in carica per un altro mese.

2.Carta degli intenti. Mauro riassume che questa carta è stata promossa nell’ambito di un programma di partecipazione più vasto con interventi in specifici campi di azione; viene sottolineato che l’elezione del nuovo sindaco dovrebbe dare un respiro più ampio ai gas e alla loro progettualità sociale. La carta è stata letta da vari gas ma non è ancora approvata da tutti. Ne dà approvazione GAS77; la daranno non appena possibile Gas Cuccagna, Gas Navigli e Gas del Faro che ancora l’hanno in esame. Roberto (Gas terra e libertà) ha spiegato che alcuni punti nella carta non sono stati approvati da loro iscritti. Dopo una disamina di argomenti viene proposto perciò che le future assemblee restino aperte a tutti per tenere alta la partecipazione ma che abbiano diritto di voto soltanto i Gas che l’hanno approvata. Si sottolinea che viene promossa anche come strumento di “statuto” se intergas dovesse diventare un’associazione. Si prevede una contributo simbolico di adesione di € 1,00 per ciascun iscritto ai gas appartenenti alla rete. I gas sono sollecitati a leggerla, dibattere gli argomenti in modo da arrivare con le dovute certezze ad una sua ratifica per la prossima riunione intergas al 19 settembre.

3.Lettera ai candidati sindaco. Si costituirà un gruppo di lavoro con una apposita riunione per concretizzare i progetti esposti nel documento indirizzato al nuovo sindaco prima delle elezioni; tra le varie proposte:

a.Ottenere una sede per i gas in ciascuna delle 9 zone di Milano.
b.Una logistica sostenibile e coordinata.
c.Ottenere finanziamenti.
d.Istituzione di una consulta del consumo critico,
e.Le case dell'acqua in città, ce ne sono già in periferia www.casadellacqua.com .
f.Forniture alle mense scolastiche.
Il gruppo sarà referente intergas per i contatti col sindaco e i vertici dell’amministrazione cittadina; per coordinarsi si riunirà il 29/06 p.v. alle ore 20.45 presso il GAS Lola di via Poropora 45.

4.Gruppo comunicazione. Viene apprezzato il lavoro di questo gruppo che si accinge a partecipare ad una trasmissione a radio Montecarlo in tema Gas. Ogni notizia in merito alle attività potrà essere trasmessa via email a press@gasmilano.org . Il gruppo si propone di monitorare gli eventi pertinenti ai temi Intergas anche avvalendosi dei social network più diffusi (Facebook e Twitter).

5.Eventi nazionali. Alcuni gas si recheranno in autonomia al Convegno nazionale dei Gas all'Aquila. Invece per l’anniversario di GENOVA 2001, previsto per il 20/24 luglio, ci sarà una partecipazione come “gruppo unitario”. Viene evidenziata l’anomalia tra i due eventi come rappresentatività Intergas.

6.La Fiera “Fa la cosa giusta!”. Non tutti ritengono che sia stata positiva la partecipazione alla fiera quest’anno. Inoltre l’organizzazione è stata molto impegnativa per il coordinamento Intergas. Viene deciso che il tema “eventi” ed in particolare la fiera se si dovesse ripetere sarà gestito da un gruppo apposito dedicato.

7.Nuove progettualità. Nel nuovo anno ci si propone di:

a.indagare la non adesione degli altri Gas milanesi, anche attraverso un eventuale convegno o momento collegiale per mettere l’accento sul sistema “solidarietà” dei Gas e confrontarsi anche con la pubblica amministrazione. Stefano (Gas Cuccagna) comunica che la Cascina Cuccagna, che si propone di sostenere iniziative di questo tipo, è ora dotata di spazi adatti ad un evento del genere ma solo se organizzata in periodo estivo o pre-autunnale (è ancora semi-cantiere).

b.Gruppo produttori: indagare la possibilità di organizzare una retina-network a filiera corta per ottimizzare la logistica. Alcuni fornitori già lo fanno ma c’è la necessità di concretizzare un sistema più strutturato anche approfondendo i contatti.

c.Gruppo energia: impegnarsi a divulgare il progetto, ormai consolidato ed avviato, con retenergie.

IL PROSSIMO INCONTRO DI LUGLIO SARA’ CONVIVIALE – CIASCUNO PORTERA’ BIBITE E QUALCOSA DA MANGIARE