bordino bordino

SCHEDA PRODUTTORI DI INTERGAS


Data di approvazione: 28/01/2011


DATI GENERALI

Nome azienda: Società Agricola Bagaggera S.S.

Indirizzo azienda: Via Bagaggera 25, 23888 Rovagnate

Sigla provincia azienda: LC

Fax: 039 5311471

Cellulare: 333 6139142 / 366 6173311

Email: bagaggera@bagaggera.it

Sito Web: www.bagaggera.it

Referente azienda: Samuele Villa

Breve storia dell'azienda, motivazioni della scelta produttiva e profilo aziendale: L'azienda Agricola Bagaggera si trova in una tenuta di 15 ettari all'interno del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone, a due chilometri da Merate, in provincia di Lecco.

Un nucleo rurale, che risale al XVI secolo, è composto da stalle per 70 capre e un caseificio per la trasformazione del latte in caprini e caciotte, una casa ristrutturata con tre abitazioni, un forno per il pane e un edificio che è utilizzato dall'Associazione Corimbo Onlus.

L'azienda esiste da più di 10 anni, però il progetto che stiamo portando avanti ora è partito con Samuele nel 2008, quando sono state portate qui le prime capre e si è iniziato a lavorare di nuovo tutti i campi. Oggi l'età media delle persone impiegate è di 24 anni.

Eventuali attività sociali, di tutela ambientale, di sostegno a persone svantaggiate, iniziative politiche, culturali, etc: Un edificio della cascina è utilizzato dall'Associazione Corimbo Onlus (http://www.bagaggera.it/corimbo/associazione.html), che promuove la pedagogia curativa e la socioterapia steineriana per bambini e ragazzi disabili.
D'estate l'azienda ospita i corsi di scultura e diventa palcoscenico di spettacoli della rassegna teatrale "L'Ultima Luna d'Estate"

Elenco di alcuni dei GAS riforniti: GAS di Milano: LoLa e Leonardo.
Altri GAS: Brugherio, Olgiate Molgora, Merate, Barzago, Casatenovo, Osnago, Trezzo, Verderio, Arcore, Ronco briantino. Nel 2011 inizieremo a servirne degli altri.

Associazioni e/o consorzi di appartenenza: consorzio produttori agricoli Montevecchia,
A.P.A.(ass. provinciale allevatori).

Coltivatore diretto: Si

Coltivatore part-time: No

Periodo di reperibilità prodotti: I formaggi di capra sono disponibili da Febbraio a Novembre. Viene rispettato il ciclo naturale che richiede l'allevamento biologico: le capre non vengono forzate, con la somministrazione di ormoni, ad avere un periodo di asciutta ridotto.

Quantitativo presunto prodotti: Nel 2010 abbiamo lavorato un volume di latte di circa 16.000/17.000 litri. Siamo un'azienda in crescita ed assestamento, e al momento è difficile dare una previsione dei volumi per il 2011.

Agriturismo aperto al pubblico: No

Fattoria didattica aperta al pubblico: No

Altre attività e servizi aperti al pubblico: Si

Note: Oltre all'associazione Corimbo, dal 2011 siamo inseriti nella rete WWOOF (www.wwoof.org - World Wide Opportunities on Organic Farms).


DATI AZIENDALI

Estensione totale azienda (in ettari): 16

Terreno di proprietà: Si

Estensione terreno di proprietà (in ettari): 15

Terreno in affitto: Si

Estensione terreno in affitto (in ettari): 1

Estensione bio: tutta al biologico

Estensione per coltura: fieno: 7ha; medica: 2ha; pascolo: 4ha; granella: 3ha

Numero collaboratori familiari: 0: i proprietari non lavorano in azienda ma sono molto partecipi all'attività; appena possono danno una mano.

Numero collaboratori (esclusi i familiari): 5

Tipo di contratto dei collaboratori: 1 contratto a tempo indeterminato
4 contratti a tempo determinato (6 mesi)

Numero di collaboratori che dimorano in azienda (esclusi i familiari): 2


ASPETTI ECONOMICI

Fatturato ultimi tre anni: 55000 euro (2010)

Minimo quantitativo per trasporto: 100 euro

Prezzo di vendita dei prodotti principali (IVA compresa): Caprino fresco: 1.50 euro/cad;
Ricotta: 1.80 euro/cad;
Caciotta fresca: 15.00 euro/Kg;
Caciotta stagionata: 22.00 euro/Kg;
Yogurt: 4.00 euro/litro;
Latte: 1.70 euro/litro;
Pane bianco/integrale: 5.33 euro/Kg;
Pane farro/segale: 6.00 euro/Kg;
Biscotti farro e burro: 12.00 euro/Kg;
Pane con uvetta: 10.00 euro/Kg;
Focaccia: 8.00 euro/Kg;
(Dati 2011)

Listino dedicato ai GAS: Si

Disponibilità ad elaborare analisi dei costi con InterGAS: Si

Finanziamenti e/o sovvenzioni ricevuti: Abbiamo fatto domanda (inizio 2011) di p.s.r. (piano sviluppo rurale) per la costruzione della nuova stalla. L'unica sovvenzione che prendiamo è quella riguardante la p.a.c. (piano agricolo comune) che si aggira sui 1000 euro l'anno.


PRODOTTI

Tipi di prodotto:

- latticini

- prodotti da forno

Prodotti propri: caciotta, ricotta, caprino, 'primo sale', yogurt, latte, pane.

Prodotti trasformati: Tutti i prodotti sono trasformati in azienda, e ottenuti con ingredienti principalmente prodotti in proprio.

Le farine di grano bianco, grano integrale e segale le acquistiamo in collaborazione con il GAS di Olgiate Molgora attraverso l'associazione "spiga e madia".
La farina di farro, le uvette e le nocciole le acquistiamo da Molino Sima certificato biologico.
Il burro lo prendiamo da Amabile Maggioni, piccolo e storico caseificio di Montevecchia: non è bio però è a chilometri zero oltretutto è un amico della Bagaggera e sappiamo come lavora.
Lo zucchero è bio e lo acquistiamo nel circuito equo e solidale.

Vendita di prodotti realizzati da terzi: no

Prodotti realizzati per terzi: no


MODALITÀ DI VENDITA

Punto di vendita diretta: di proprietà dell'azienda, gestito dai collaboratori

Indirizzo: Via Bagaggera 25, 23888 Rovagnate

Cellulare: 333 6139142 / 366 6173311

Email: bagaggera@bagaggera.it

Sito Web: www.bagaggera.it

Referente punto vendita: Silvia Ferretti

Orario punto vendita: da mercoledì a venerdì: 16:00 - 19:00
sabato e domenica: 10:00 - 12:30 / 16:00 - 19:00

Vendita diretta dei propri prodotti presso mercati biologici: per ora no

Prodotti e quantità venduti direttamente al consumatore finale: 100% al consumatore finale. Ai GAS vendiamo il 50% del nostro prodotto.

Prodotti e quantità non venduti direttamente al consumatore finale: nessuno

Punti di rivendita dei prodotti aziendali dove sia indicato che provengono dalla vostra azienda: nessuno


MODALITÀ DI COLTIVAZIONE

Conduzione biologica: Totale

Stato certificazione biologica: Ottenuta

Anno di ottenimento certificazione: 1997

Enti certificatori e numero identificativo dei certificati: bioagricert ITBAC 037444

Tipo di coltivazione: Tutto fuori serra: fieno, fieno di medica, orzo, pisello (x animali), frumento, pascoli

Metodo di controllo delle erbe infestanti: sarchiatura

Metodo di controllo insetti e parassiti: nessuno: coltiviamo cereali autunnovernini, medica e prati che non necessitano di particolari interventi.

Metodo di controllo malattie crittogamiche: nessuno: coltiviamo cereali autunnovernini, medica e prati che non necessitano di particolari interventi.

Metodo di concimazione: letame, pallettato biologico

Fonti di approvvigionamento idrico: acquedotto

Macchinari presenti in azienda: 2 trattrici agricole


MODALITÀ DI ALLEVAMENTO

Conduzione biologica: Totale

Stato certificazione biologica: Ottenuta

Anno di ottenimento certificazione: 2008

Ente certificatore: bioagricert ITBAC 037444

Tipologia di allevamento: Siamo in zona collinare. Alleviamo capre utilizzando il pascolo turnato associato a stabulazione in stalla libera.

Tipo di pascolo: turnato

Quantità capi: 70 capre.

Razze capi: capre: camosciata delle Alpi, saanen, meticcia

Luogo di provenienza: Italia

Rapporto UBA/ettaro: 8 UBA/15 ha

Stabulazione: Libera

Origine alimenti: Sia autoproduzione che da terzi

Rapporto alimentare foraggio/concentrati: 70 / 30

Tipo di alimenti: Il nostro obiettivo è quello di produrre in proprio gli alimenti per i nostri animali. Li nutriamo con fieno prato stabile autoprodotto, fieno di medica autoprodotto, orzo e pisello autoprodotto. Al momento acquistiamo mangime bio (18% PG) per sopperire alla mancanza di prodotti propri (produttore: Natcor).

Metodo di controllo malattie/infezioni: Sia farmaci tradizionali che omeopatia

Tipo di cure: Sverminazione semestrale necessaria per contrastare parassiti dell'apparato digerente che colonizzano animali al pascolo.

Macchinari presenti in azienda: mungitrice meccanica

Note sull'allevamento: Alleviamo anche alcuni maiali (7 nel 2010) che nutriamo con il siero, lo scarto della produzione del formaggio, e altri nostri prodotti: al momento non prevediamo di certificare bio questo allevamento secondario.


MODALITÀ DI TRASFORMAZIONE

Processo di trasformazione biologico: Totale

Stato certificazione biologica: In conversione

Enti certificatori e numero identificativo dei certificati: bioagricert

Motivo della scelta e note: In coerenza con i nostri principi, siamo in fase di certificazione bio di tutta la filiera della produzione di formaggi.

Elenco dei prodotti trasformati: Latticini da latte di capra prodotto in azienda;
pane (lievito madre) da frumento prodotto in azienda o acquistato da canali controllati, prodotto per i GAS che aderiscono al progetto "spiga e madia".

Fasi del processo di trasformazione: Formaggi presamici: riscaldamento latte a 36 gradi, innesto, caglio, stufatura, stagionatura.
Formaggi freschi: latte a 19 gradi, innesto, caglio, messa in forma
Ricotta: siero a 90 gradi, innesto latte intero, messa in forma
Pane: farina + acqua + lievo madre (nostro), cottura nel forno a legna aziendale

Metodo di conservazione: cella di stagionatura per i formaggi

Note sulla trasformazione: Una sostanziale differenza tra il nostro modo di lavorare il latte ed il modo diciamo convenzionale (adottato non solo dai grandi caseifici ma anche da molti piccoli produttori) è che noi non acquistiamo nessun fermento liofilizzato. Quindi, dal nostro latte, ricaviamo sia i fermenti che il siero innesto, che poi utiliziamo per fare tutti i nostri formaggi e yogurt.
Comprando ad esempio il fermento liofilizzato della robiola che si trova in commercio, si otterrà praticamente sempre lo stesso sapore sia che si faccia il formaggio qui oppure in Sicilia. Mentre il nostro formaggio, non usando fermenti liofilizzati, può subire delle lievi variazioni di sapore, in quanto ci sono molti fattori come il clima, umidità ecc...che possono influire sulla cagliata di giornata. Dalla nostra, abbiamo la fortuna di poter mantenere vivo un formaggio che non può essere "copiato" e crediamo di poter dire con un sapore unico o forse è meglio dire con delle proprietà uniche.
Ultima cosa: noi il latte lo lavoriamo sempre a crudo, cioè senza pastorizzarlo, in quanto pastorizzarlo vorrebbe dire "uccidere" tutto ciò che di buono e vivo c'è nel latte. E tutto questo senza pericoli per la salute dei clienti, in quanto siamo scrupolosissimi in materia di igiene.


NOTE FINALI

NOTE del Produttore: Crediamo in un'agricoltura sostenibile sia da un punto di vista economico che umano e ambientale. Siamo convinti che il rapporto agricoltura sostenibile / gruppi di acquisto solidale sia un elemento di grandissima importanza.
Infatti, ad esempio, abbiamo messo a disposizione degli spazi nella nostra azienda dove alcuni GAS hanno creato dei pollai: noi li aiutiamo nella gestione delle galline e nella raccolta delle uova.