bordino bordino

SCHEDA PRODUTTORI DI INTERGAS


Data di approvazione: 28/08/2012


DATI GENERALI

Nome azienda: Azienda Agricola Biologica "Le Fratte"

Indirizzo azienda: Loc Le Fratte - Monticello Amiata - Comune di Cinigiano

Sigla provincia azienda: GR

Telefono: 320 3476257

Cellulare: Loc Le Fratte - Monticello Amiata - Comune di Cinigiano

Email: fratellofiore@gmail.com

Breve storia dell'azienda, motivazioni della scelta produttiva e profilo aziendale: Azienda antichissima estesa per 30 ettari boscati alle pendici dell'Amiata, di cui 22 ettari di Castagneto da frutto, Biologico.
Cultivar presenti: Marrone, Cecio, Bastarda Rossa, e la più antica la Castagna Domestica.
Francesco ha acquistato l'azienda circa 4 anni fa sobbarcandosi di un mutuo consistente da restituire in 30 anni. Le difficoltà economiche affrontate e insieme l'amore per questo luogo e per la propria attività hanno portato a lanciare un appello alle famiglie che desiderano cambiar vita e che, acquistando fabbricati e terreni nell'azienda stessa,potrebbero condividere questa esperienza con Francesco e la sua famiglia.

Eventuali attività sociali, di tutela ambientale, di sostegno a persone svantaggiate, iniziative politiche, culturali, etc: Associazione per la valorizzazione della Castagna del Monte Amiata, che promuove la conoscenza del prodotto e del territorio attraverso iniziative culturali e gastronomiche

Elenco di alcuni dei GAS riforniti: Abbiamo partecipato con l'associazione La Castagna del Monte Amiata a Fa la Cosa Giusta 2011 ospiti dello stand di Intergas e fatto un primo ordine per i gas della rete.

Associazioni e/o consorzi di appartenenza: Associazione Castagna del Monte Amiata - http://www.castagna-amiata.it/

Coltivatore diretto: Si

Periodo di reperibilità prodotti: Le castegne fresche sono reperibili dal 1/10/ al 31/12.Per ordini successivi al 10/11 il prodotto subisce un trattamento di conservazione immergendolo in acqua per circa 10 giorni…

Quantitativo presunto prodotti: media annuale 300 q.li raccolti, ma c'è sempre uno scarto
con gli scarti si alimentano i maiali della porcilaia

Agriturismo aperto al pubblico: No

Altre attività e servizi aperti al pubblico: Si

Note: Visite guidate nel castagneto per scolaresche e studenti, anche con la raccolta delle castagne da parte degli stessi.


DATI AZIENDALI

Estensione totale azienda (in ettari): 30 ha circa

Terreno di proprietà: Si

Terreno in affitto: No

Estensione bio: 22 Ha circa produce con sistemi naturali compresa la raccolta che viene effettuata manualmente

Estensione per coltura: 22 ha castagneto specializzato IGP
7 ha bosco
il resto fabbricati - abitazioni e porcilaia

Numero collaboratori familiari: 2

Numero collaboratori (esclusi i familiari): Vengono assunti operai a t. deteminato per la pulizia del castagneto… Per la raccolta vengono assunti operai a T. determinato secondo le necessità del periodo

Tipo di contratto dei collaboratori: T. Determinato per due/tre mesi con contratto agricolo avventizio

Numero di collaboratori che dimorano in azienda (esclusi i familiari): nessuno


ASPETTI ECONOMICI

Fatturato ultimi tre anni: 25000 (2008)

Fatturato ultimi tre anni: 30000 (2009)

Fatturato ultimi tre anni: 25000(2010)

Minimo quantitativo per trasporto: kg. 500
chiamare il produttore verso il 15 settembre
per contatto stagionale e gestire il flusso del fresco

Prezzo di vendita dei prodotti principali (IVA compresa): I prezzi seguono andamenti stagionali (scarsità del prodotto, prodotto con qualche difetto dovuto alla scarsità di acqua od alla eccessiva siccità)
per il prodotto sciolto:
bastarda rossa 3 € al kg.
marroni 4,50 € al kg.
per confezioni in sacchetti da 3 kg.:
bastrda rossa 4 €
marroni 5,50 €

Listino dedicato ai GAS: Si

Disponibilità ad elaborare analisi dei costi con InterGAS: Si

Finanziamenti e/o sovvenzioni ricevuti: il finanziamento per la potatura e acquisto macchinari da parte della Piano di Sviluppo Rurale della Comunità Europea


PRODOTTI

Tipi di prodotto:

- castagne e/o frutta secca

Prodotti propri: Marrone, Cecio, Bastarda Rossa, Castagna Domestica (la più antica)

Prodotti trasformati: Vengono commissionate all'esterno prioduzione di farina di castagne che viene trasformata da terzi (vedi modalità di traspormazione)

Vendita di prodotti realizzati da terzi: no

Prodotti realizzati per terzi: no


MODALITÀ DI VENDITA

Punto di vendita diretta: il castagneto - Azienda Agricola Biologica "Le Fratte"

Indirizzo: Loc Le Fratte - Monticello Amiata - Comune di Cinigiano

Telefono: 320 3476257

Email: fratellofiore@gmail.com

Orario punto vendita: tutto il dì

Vendita diretta dei propri prodotti presso mercati biologici: Feste della castagna in qualche paese della zona

Prodotti e quantità venduti direttamente al consumatore finale: 30%, di cui una minima quantità ai gas, siamo ancora all'inizio

Prodotti e quantità non venduti direttamente al consumatore finale: 40% al deposito Pasqui Marzio e altri grossisti e distributori
30% negozi della zona

Punti di rivendita dei prodotti aziendali dove sia indicato che provengono dalla vostra azienda: negozi:
"Senafrutta"- Siena
Collevaldelsa
Certaldo
Pistoia


MODALITÀ DI COLTIVAZIONE

Conduzione biologica: Totale

Stato certificazione biologica: Autocertificazione

Anno di ottenimento certificazione: 2000

Enti certificatori e numero identificativo dei certificati: Certificazione IGP. Reg.CE n.1904 del 7/9/2000 UE n. 1108 del 30.11.2010 -
GUCE L.228 del 8/9/2000 - GUUE L.314 del 10/12/2010

Motivo della scelta e note: l'IGP ha un disciplinare molto rigido e sottoposto a fitti controlli
Estratto del disciplinare:
"I sesti di impianto, le forme di allevamento, i sistemi di potatura periodica e pluriennale, devono essere quelli in uso tradizionale e generalizzato nella zona amiatina o, comunque, atti a non modificare le caratteristiche di tipicità dei frutti. La densità di piante ad ettaro sarà compresa tra un minimo di 60 ed un massimo di 150 piante.
È vietata ogni somministrazione di fertilizzanti di sintesi ed il ricorso a fitofarmaci nella fase produttiva.
La raccolta potrà essere effettuata a mano o con mezzi meccanici idonei tali da salvaguardare l'integrità del prodotto.
La produzione con l'IGP «Castagna del Monte Amiata», non potrà superare la produzione massima di kg 12 (dodici) per pianta e di kg 1 800 (milleottocento) per ettaro.
Le operazioni di cernita, di calibratura, di trattamento e conservazione dei frutti, debbono essere effettuate nell'ambito del territorio di produzione cosi come delimitato al punto 4.3.
La conservazione del prodotto dovrà essere fatta mediante cura in acqua fredda per non più di sette giorni senza aggiunta di alcun additivo, o mediante sterilizzazione con bagno in acqua calda e successivo bagno in acqua fredda senza aggiunta di nessun additivo e secondo la corretta tecnica locale. È ammessa la conservazione tramite surgelazione secondo le modalità previste per i prodotti surgelati."

Tipo di coltivazione: castagneto specializzato

Metodo di controllo delle erbe infestanti: Taglio raso delle erbe tramite mezzi meccanici.
Non vengono usati diserbanti per eliminare l'erba del castagneto ma semplicemente dei "frullini" per rasarla nel periodo di preparazionbe alla raccolta.

Metodo di controllo insetti e parassiti: Attualmente queste colture sono attaccate da un insetto "Cinipide" che risulta importato dalla Cina e contro il quale ancora non è stata trovata alcuna forma di eliminazione.

Metodo di controllo malattie crittogamiche: La malattia del "Cancro" del castagno che è la più diffusa, viene tenuta sotto controllo con potature periodiche e mirate.

Metodo di concimazione: naturale- le foglie marcite dell'anno precedente - erba e ricci che marciscono nel terreno

Fonti di approvvigionamento idrico: acquedotto

Macchinari presenti in azienda: Decespugliatori, soffiatori, vaglio …………

Note sulla coltivazione: Francesco ha scelto di perseverare con la raccolta a mano tradizionale, perchè con la macchina di raccolta il prodotto viene troppo stressato e si produce un inquinamento da gasolio esagerato.


MODALITÀ DI TRASFORMAZIONE

Processo di trasformazione biologico: Parziale

Stato certificazione biologica: Autocertificazione

Motivo della scelta e note: Le castagne provengono tutte da una zona incontaminata dalla chimica perciò non è possibile una contaminazione delle farine

Elenco dei prodotti trasformati: farina di castagne

Fasi del processo di trasformazione: Trebbiatura e essiccazione: presso l'Agriturismo Sorripe di Paolo Frosolini a Montelaterone.
macinazione: presso il mulino del Bagnolo (frazione di Santa Fiora) piccolo e locale. Nella zona del monte Amiata (1800 ettari)nessun castagneto fa trattamenti, sono tutti iscritti all' IGP perciò non è possibile alcuna contaminazione
confezionamento: presso l' Agriturismo Sorripe o Marzio Pasqui, via Casella Alta, Castel del Piano

Metodo di conservazione: Il prodotto viene confezionato e chiuso, saldato a caldo. Viene posta l'etichetta con la scadenza a 12 mesi.


NOTE FINALI

NOTE del Produttore: A breve uscirà su Facebook l'appello ad una partecipazione attiva di altre famiglie con proposta di acquisto in condivisione dei fabbricati e dei terreni. Comunicheremo link.

Anche l'allevamento di maiali è un'attività in crescita e verrà pubblicato quando ci saranno tutti i requisiti utili.

OSSERVAZIONI DEL GRUPPO PRODUTTORI: il produttore è stato validato pur non avendo certificazione biologica perchè si trova in una zona che è caratterizzata dall'assenza totale di trattamenti chimici alle piante e che è soggetta a disciplinare IGP e sottoposta a costanti controlli.