bordino bordino

SCHEDA PRODUTTORI DI INTERGAS


Data di approvazione: 28/05/2012


DATI GENERALI

Nome azienda: Az. Agr. Cascina Resta

Indirizzo azienda: Cascina Resta

Sigla provincia azienda: mi

Telefono: 02-90260659

Cellulare: 338-4424542

Email: info@cascinaresta.com

Sito Web: www.cascinaresta.com

Referente azienda: Benedetta Frozzi e il marito Marco Giordano

Breve storia dell'azienda, motivazioni della scelta produttiva e profilo aziendale: Benedetta e Marco vivevano e lavoravano a Milano ma il legame con la vecchia cascina di famiglia (la proprietà era dei nonni di Benedetta)li ha portati nel 2010 ad una scelta di vita diversa. E' nato così il progetto di creare una piccola azienda individuale per continuare la tradizione di famiglia, riscoprire profumi e sapori dimenticati e vecchie varietà di piante da frutto, coltivando nel modo più rispettoso possibile della natura.
Benedetta e Marco coltivano anche ortaggi biologici e allevano 4 maiali in cascina per un utilizzo familiare e dell'agriturismo.
La porzione della cascina che comprende le stalle, dove sono allevate circa 30 vacche varzesi e 40 cavalli, è stata ceduta in gestione ad altro soggetto(Sebastiano Canavesio) ed è di fatto un'altra azienda. Esiste comunque un rapporto di collaborazione tra le due aziende: lo stallatico prodotto in allevamento viene usato come concime per orto e frutteto e il foraggio prodotto in cascina viene consumato dal bestiame allevato.

Eventuali attività sociali, di tutela ambientale, di sostegno a persone svantaggiate, iniziative politiche, culturali, etc: Tutte le tettoie in eternit esistenti (più di 4.500 mq.) sono state rimosse e sostituite. Nella porzione rivolta a sud sono stati installati pannelli fotovoltaici.Questo ha permesso di usufruire dei finanziamenti per il conto energia, che hanno in parte compensato le spese di bonifica.

Elenco di alcuni dei GAS riforniti: Gas Baggio, Gas Quarto Cagnino

Coltivatore diretto: Si

Periodo di reperibilità prodotti: fragole maggio-giugno, albicocche giugno,pesche giuno-luglio,susine e piccoli frutti da giugno/luglio a settembre

Quantitativo presunto prodotti: per il momento non siamo in grado di quantificare, le piante stanno ancora crescendo e la produzione è ancora in via di definizione e orientamento.
Ad esclusione delle fragole i piccoli frutti si raccolgono a scalare ogni 2-3 giorni, perciò la quantità non è mai certa. Quando le piante saranno più adulte e con maggior produzione sarà possibile valutare.

Agriturismo aperto al pubblico: Si

Fattoria didattica aperta al pubblico: No

Altre attività e servizi aperti al pubblico: No

Note: Nel maggio del 2011 abbiamo avviato l'attività agrituristica che consiste in un piccolo ma accogliente ristorante a conduzione familiare dove gustare i piatti della tradizione cucinati utilizzando materie prime prodotte direttamente in azienda o dalle cascine della zona con un particolare occhio di riguardo ai prodotti biologici e di elevata qualità.

Un grande camino riscalda la sala nei freddi giorni invernali, mentre in primavera ed in estate si può mangiare all'aria aperta sotto i nostri ampi portici.Il ristorante è aperto il venerdì sera e nel weekend.


DATI AZIENDALI

Estensione totale azienda (in ettari): 8

Terreno di proprietà: No

Terreno in affitto: Si

Estensione terreno in affitto (in ettari): 8

Estensione bio: tutta la superficie è in conversione biologica.
Prima del nostro arrivo i campi erano incolti da circa 2 anni. Precedentemente erano stati coltivati a mais convenzionale.


Estensione per coltura: 0,5 ha circa di orto biologico
3,5 ha circa di frutteto biologico
4 ha prato stabile x foraggio animali

Numero collaboratori familiari: 1


ASPETTI ECONOMICI

Note sul fatturato: non è ancora possibile valutarlo.
Per il momento l'unica fonte di guadagno è il ristorante agrituristico, ma tutte le attività devono avere il tempo di definirsi e consolidarsi.
L'anno scorso la produzione di frutta è stata notevolmente compromessa dalla grandine.

Minimo quantitativo per trasporto: non c'è - consegne da maggio 2012

Prezzo di vendita dei prodotti principali (IVA compresa):
FRAGOLE
vaschetta 250 gr................ € 2,00
vaschetta 500 gr................ € 4,00
MIRTILLI
vaschetta 150 gr................ € 1,50
MORE
vaschetta 150 gr................ € 1,50
LAMPONI
vaschetta 150 gr................ € 1,50
PESCHE 1 kg.................. € 3,50

Listino dedicato ai GAS: Si

Disponibilità ad elaborare analisi dei costi con InterGAS: Si

Finanziamenti e/o sovvenzioni ricevuti: piano di sviluppo rurale - misura 112 (insediamento giovani agricoltori)



PRODOTTI

Tipi di prodotto:

- frutta

Prodotti propri: mirtilli, lamponi, more, fragole, pesche, susine, albicocche, ciliegie

essendo un frutteto piantumato da poco (2010) ci vorrà ancora un po' di tempo per entrare in piena produzione: al momento i raccolti sono limitati e non quantificabili.

Abbiamo voluto investire sugli alberi di ciliegio perchè storicamente Bareggio era famosa per la festa delle ciliegie "Quond i milanes evan tucc a Barecc e scires"

Prodotti trasformati: al momento nessun prodotto trasformato

Vendita di prodotti realizzati da terzi: no

Prodotti realizzati per terzi: no


MODALITÀ DI VENDITA

Punto di vendita diretta: Cascina Resta

Indirizzo: Cascina Resta - 20010 Vittuone MI

Telefono: 02-90260659

Cellulare: 338-4424542

Email: info@cascinaresta.com

Sito Web: www.cascinaresta.com

Referente punto vendita: benedetta Frozzi

Orario punto vendita: 10,00-12,00 14,00-18,00

Vendita diretta dei propri prodotti presso mercati biologici: no

Prodotti e quantità venduti direttamente al consumatore finale: tutti i nostri prodotti sono destinati al consumatore finale
20% ai GAS ma ci piacerebbe incrementare questo rapporto

Prodotti e quantità non venduti direttamente al consumatore finale: no

Punti di rivendita dei prodotti aziendali dove sia indicato che provengono dalla vostra azienda: no


MODALITÀ DI COLTIVAZIONE

Conduzione biologica: Totale

Stato certificazione biologica: In conversione

Anno di ottenimento certificazione: orto 2012 - frutteto 2013

Enti certificatori e numero identificativo dei certificati: Sidel spa -IT-BIO-012
iscritta all' elenco delle aziende bio della regione lombardia con istruttoria n.2010/00103139
termine conversione orto: 25.03.2012
termine conversione frutteto: 25.03.2013

Motivo della scelta e note: Rispetto della natura e desiderio di ricreare la biodiversità ricercando piante da frutto di varietà vecchie ma più adattabili e resistenti alle malattie.

Tipo di coltivazione: in pieno campo.
+ 2 piccole serre fredde per la coltivazione primaverile degli ortaggi.
Gli alberi vengono potati una volta all'anno "a vaso".
Orto e frutteto vengono irrigati regolarmente con l'acqua proveniente dal fontanile, che è stato usato e controllato fino all'allacciamento all'acquedotto comunale (2010)come fonte potabile

Metodo di controllo delle erbe infestanti: sfalcio e strappo manuale con grande difficoltà (siamo solo in 2!)
Il lavoro nell'orto è molto pesante e senza sosta, mentre per il frutteto la pulizia è molto facilitata dalla presenza dei teli di pacciamatura. Per questo motivo e per le visite frequenti dei conigli selvatici che fanno piazza pulita di alcuni ortaggi la parte dedicata all'orto è stata notevolmente ridotta e verrà pian piano sostituita da nuovi alberi da frutto.

Metodo di controllo insetti e parassiti: quando necessario utilizzo di piretro naturale.
Creazione di una siepe campestre che ricrei un ambiente ospitale per insetti “buoni" e varietà di uccelli in armonia con l'ecosistema e faccia da barriera verso strada

Metodo di controllo malattie crittogamiche: rame - poltiglia bordolese
facciamo in genere due o tre trattamenti preventivi da novembre a marzo di poltiglia bordolese
il rame è utilizzato sui peschi, che sono soggetti alla bolla, ma spesso non è efficace perchè dilavato dalla pioggia a breve distanza dal trattamento.

Metodo di concimazione: utilizzo di stallatico naturale proveniente dalla nostra cascina. In agricoltura biologica gli enti certificatori ammettono l'uso dello stallatico non certificato solo in particolari condizioni, che riguardano il tipo di allevamento - piccolo, non intensivo- e i tempi di decantazione.

Fonti di approvvigionamento idrico: acquedotto

Macchinari presenti in azienda: trattore compatto di ridotte dimensioni, trinciaerba, fresa

Note sulla coltivazione: Il foraggio non richiede nessun tipo di trattamento o controllo: viene semplicemente bagnato con il metodo a scorrimento nei periodi di scarse piogge e raccolto con l'aiuto dell'agricoltore confinante, che possiede l'attrezzatura meccanica adatta.